SLASH WORKER: FARE DUE LAVORI IN CONTEMPORANEA

È possibile lanciare un progetto e fare due lavori in contemporanea?

Nel 2017 ho aperto la mia partita iva e per i successivi 18 mesi ho mantenuto in parallelo l’attività da dipendente e quella da freelance.

Alla domanda dell’incipit rispondo che non c’è una sola risposta valida in assoluto.

Bisogna considerare tutte le variabili del caso, partendo dalla situazione personale, passando da quella economica, per arrivare a quella lavorativa.

Mi spiego:

ASPETTI PERSONALI

Sei single e rispondi delle tue scelte soltanto a te stessa? Ci saranno specifiche implicazioni. Condividi la scelta con un partner? Ce ne saranno altre. Hai la responsabilità di figli e famiglia? Altre ancora.

Devi prevederle e tenerne conto.

ASPETTI ECONOMICI

Decidere se e per quanto tempo mantenere contemporaneamente due lavori dipende moltissimo dalla tua capacità di spesa, dai tuoi risparmi ed accantonamenti, da eventuali esposizioni pregresse, dalla presenza -o meno- di impegni come mutui o finanziamenti. 

ASPETTI LAVORATIVI

Avere le idee chiare sul tipo di attività che desideri lanciare (o rilanciare e consolidare) e molta consapevolezza rispetto all’impegno di tempo e di energie che ti richiede il tuo lavoro come dipendente è indispensabile.

Se lavori part time potresti pensare di avere molto tempo da dedicare alla tua partita iva, ma in realtà non è detto che sia così.

Ad esempio, se il part time è orizzontale, su turni, e lavori anche nei weekend, oppure se fai trasferte, riuscire ad essere fresca ed efficiente nel tempo che ti rimane non è affatto scontato.

Insomma, ogni situazione andrebbe analizzata in modo specifico, e partire dalla stesura di un business plan è sempre un’ottima idea.

Ti mette al riparo da rovinose cadute, sei obbligata a ragionare e definire il punto di pareggio, ti aiuta anche a comprendere quando sarà il momento in cui lasciare il precedente lavoro per dedicarti in modo esclusivo al tuo progetto.

Perché sì, essere una slash worker è anche una scelta che si può mantenere molto a lungo.

Ma se ad un certo punto vuoi che il tuo progetto diventi fonte di entrate solide e continuative, desideri che cresca e si sviluppi, dovrai considerare di smettere di fare due lavori in contemporanea.

Quello su cui direzioni le tue energie, cresce e prospera. 

Se le disperdi in più direzioni, senza pianificazione o focus, rischi di ritrovarti stremata e, aggiungendo il danno alla beffa, anche di essere inefficace.

COME CAPIRE QUANDO È ARRIVATO IL MOMENTO DI SMETTERE DI FARE DUE LAVORI IN CONTEMPORANEA

Come detto, una consulenza specifica ti mette nella condizione di analizzare e comprendere -numeri alla mano- quando è arrivato il momento di smettere di fare due lavori in contemporanea. 

Ma ci sono anche dei segnali “pratici” che puoi rilevare da sola, ascoltandoti e restando presente alle reazioni tue e del tuo corpo.

  • TRASCURI LA TUA VITA PERSONALE E LE TUE RELAZIONI: Fare due lavori contemporaneamente prosciuga quasi tutto il tuo tempo, e nel poco tempo che ti rimane sei comunque troppo stanca anche solo per pensare di uscire, vedere gli amici, stare con le persone che ami? Attenzione. Questo ritmo non è sostenibile e a lungo andare non ne risente soltanto la tua vita personale ma anche i risultati che ottieni nella professione. Fai (o rivedi) la tua pianificazione economica perché è molto, molto, probabile che sia arrivato il momento di fare il grande salto e smettere di fare due lavori in contemporanea.
  • TI SENTI MOLTO STRESSATA E REATTIVA: Bilanciare e riequilibrare le energie che spendi in ambito lavorativo, riconquistando spazi di self care o anche solo di semplice riposo è essenziale per evitare il rischio di un pericoloso burnout. Se riversi tutto ciò che hai da dare esclusivamente nel tempo del lavoro, a lungo andare è lo stesso lavoro a risentirne: poco a poco ti inaridisci, la tua capacità creativa e generativa ne risente e questo ha conseguenze spesso immediate anche sul fatturato.

IL SEGNALE PRINCIPALE CHE È ARRIVATO IL MOMENTO DI SMETTERE DI FARE DUE LAVORI IN CONTEMPORANEA

C’è un indicatore inequivocabile del fatto che è arrivato il momento, e ancora una volta -sinceri, oggettivi ed immediati- ce lo forniscono i nostri amici numeri.

Il numero di clienti che hai non ti garantisce il fatturato necessario a garantire la sostenibilità del tuo business, ma al tempo stesso non hai abbastanza tempo per cercare nuovi clienti. 

Lo sviluppo e l’espansione della tua attività è una fase alla quale dovresti sempre dedicare tempo, energie ed attenzioni.

L’alternativa è restare sempre allo stesso livello che, nel medio periodo, in un business equivale alla morte certa.

Credits: Photo by Liam Martens on Unsplash