Introdurre una nuova abitudine felice - 3 azioni semplici e concrete © Paola Nosari - coach per donne in rinascita

Come si fa a passare dai buoni propositi all’azione?

Come introdurre nuove abitudini felici?

Ecco arrivato il mio amato settembre: il mese in cui, con la ripresa del lavoro e delle scuole ci sentiamo in dovere di riordinare e riorganizzare le nostre vite perché siano più allineate con l’idea che abbiamo di noi e con i nostri obiettivi.

 

E allora, armate di planner, quaderni, penne glitter e agende nuove e bellissime, facciamo piani incredibili di conquista del mondo.

 

Settembre può davvero essere il momento dell’anno in cui realizziamo i cambiamenti più significativi nel nostro modo di vivere e lavorare. Ci iscriviamo in palestra, programmiamo di mangiare meglio e più sano, sentiamo finalmente di avere una visione limpida del nostro futuro e di come arrivarci. Poi, le urgenze e la quotidianità ci inghiottono. Dimentichiamo una, due volte di andare a lezione di yoga, facciamo la spesa in fretta dopo l’ufficio e il barattolo della Nutella ricomincia a chiamarci, seducente e subdolo, dal pensile della cucina.

 

Spesso, il problema è che siamo bravissime ad immaginare come vorremmo essere o sentirci. Ci vediamo sorridenti, sane, organizzate e felici. Ci proiettiamo in un futuro cristallizzato, ideale, perfetto per Pinterest, un immaginario alimentato da Instagram che davvero poco ha a che vedere con la nostra quotidianità.

 

Come uscirne? Come passare dalla fase in cui immagini tutte le cose belle e buone che farai per migliorare la tua vita, a quella in cui, concretamente e realmente, passi all’azione e ti mantieni costante?

 

Ci sono 3 azioni, semplici e concrete, che puoi fare subito.

 

 

  1. Semplifica

 

Non avere fretta: avere la pretesa di affrontare tutto ciò che vuoi migliorare, e tutto contemporaneamente, avrà l’unico     effetto di farti sentire sopraffatta e stanca. Col rischio di demotivarti ed abbandonare nel giro di poche settimane.

 

Senza farti prendere dall’ansia di voler stravolgere tutto da un giorno all’altro, comincia da una singola azione. Io mi sto impegnando a bere qualche sorso di acqua calda ogni mezz’ora. Sembra banale? La mia pelle è lì a dimostrare che è un grande cambiamento, che ha radici profonde che partono da una migliore condizione dei miei organi interni e mi prepara ai passi successivi (sto andando da un medico ayurveda e mi si è aperto un mondo)

 

Introduci un piccolo cambiamento per volta e consolida la nuova pratica, prima di passare all’introduzione di quella successiva.

 

 

  1. Accetta

 

Accetta di sbagliare, di cadere e di non riuscire. Accogli la frustrazione. L’errore fa parte del processo. Una nuova abitudine è, a tutti gli effetti, un apprendimento. Sbagliare è necessario. Non puoi imparare se non fai errori.

 

È proprio in questa fase che i più si arrendono e rinunciano.

 

Tu, invece, non smettere di provarci. Continua ad esercitarti e sperimentare.

Hai dimenticato di fare quel che ti eri ripromessa? Ti senti in colpa e sopraffatta e stai per cedere alla tentazione di mollare.

Questo momento di sconforto è prezioso! È proprio in questa fase di massima frustrazione che interviene il cervello, producendo mielina ad una velocità dieci volte superiore alla media. La guaina mielinica rinforza, protegge ed isola le fibre nervose, agevolandone la conduzione degli stimoli. In questa fase la tua abitudine si sta consolidando!

 

Riprendi in mano le cose nel punto in cui le avevi lasciate. E ritenta. Ricomincia.

 

 

  1. Ancora

 

Come?

 

Creando un legame tra la nuova abitudine che vuoi introdurre e qualcosa che ti dà piacere e ti fa sorridere.

 

  • Scatta una foto buffa di te che ti redarguisci e appiccicala al barattolo della nutella per evitare di affondarci il cucchiaio
  • Metti il meme di Kim Jong-un, truccatissimo, in bella vista sul ripiano del lavandino per struccarti ogni sera
  • Inserisci una sveglia sul phonino rinominandola “stai una meraviglia” e facendole suonare “A-YO” di Lady Gaga, oppure
  • Concediti un ballo selvaggio di 30 secondi su “Run the world (Girls)” di Beyoncé ogni volta che bevi la tua acqua calda

 

 Creare un ancoraggio ti faciliterà le cose, rendendole anche più divertenti. 

 

 

È facile. Come bere un bicchier d’acqua.

Puoi credermi (e immaginarmi mentre ballo come una matta sulle note di Queen B.

 

 

Credits: Photo by Daiga Ellaby on Unsplash

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *