Che si parli di hygge, denaro o ricerca della felicità, alla base di qualunque evoluzione c’è una sana e ben equilibrata autostima, che a sua volta si alimenta dell’amore per te stessa. Il presupposto è che tu ti voglia bene, impari ad amarti di più e in modo profondo.

Senza che l’ego abbia il sopravvento ma piuttosto in modo che questo amore per te stessa diventi il motore per la tua crescita e il tuo miglioramento.

 

Ma cosa significa, davvero, amarti e prenderti cura di te?

 

Ti vuoi bene quando ti concedi una coppa di delizioso, cremoso (e consolatorio!) gelato artigianale della migliore pasticceria della città? O ti ami di più quando disciplinatamente ti attieni al programma di alimentazione super healthy consigliato dalla nutrizionista?

Ti ami davvero quando stai a letto a sonnecchiare, riposare, fare binge watching? O piuttosto il tuo bene è raccogliere la tua motivazione più alta e uscire a fare quegli sporchi, maledetti, 10 km di corsa?

 

Credo che anche qui, come per tutto il resto, la cosa più sensata sia trovare la giusta via di mezzo. Ascoltare i tuoi più profondi bisogni, le tue intuizioni, quello che il tuo cuore sente più vero e quello che il tuo corpo ti sta dicendo. (Perché il corpo non mente mai)

 

Ecco qui i miei 4 consigli per mettere in pratica self love e cura di te.

 

1. Impara a conoscerti.

Trova il tempo per stare da sola. Chiudi il mondo fuori dalla porta per qualche ora ogni settimana. Spegni il telefono, chiudi il pc. Fai silenzio attorno a te.  e ascolta i tuoi pensieri. Imparare ad amarti significa anche imparare a stare bene con te stessa.  Amarti ti farà superare, se ce l’hai, la paura della solitudine e il bisogno di stare per forza con qualcuno, e ti farà scoprire cosa ti rende davvero felice, e cosa no.

 

2. Conduci una vita sana.

Per quanto possibile, senza ossessionarti. E’ un tema infinito, questo, lo so. Però cerca di dormire, avere orari regolari, mangiare bene. Muoviti. Io ho scelto lo yoga e il Nordic Walking, e per me è stata la svolta, ma può essere qualsiasi cosa, anche camminare al parco per mezz’ora al giorno. Ogni tanto concediti un appagante strappo alla regola: che si tratti di uscire con le amiche chiacchierando davanti a un bicchiere di ottimo rosso d’annata, o di fare le ore piccole in compagnia, concenditelo. E poi truccati, spalmati, coccolati. Imparare ad amarti comporta anche che tu ti vizi un pochino, perchè te lo meriti.

 

3. Considera molto seriamente di cosa stai nutrendo la tua mente.

Quante ore trascorri sui social? E quanta rabbia, malcontento, insoddisfazione e qualunquismo ti arrivano, attraverso questi canali? Seleziona. Non avere timore di bannare chi inquina la tua timeline con lamentele e lagne. Smetti serenamente di seguire chi posta commenti violenti o comunque non in linea con i tuoi valori e con la tua ricerca di benessere e felicità. Il tuo feed e, soprattutto, tu ne trarrete un enorme beneficio. Impegnati ad amarti anche attraverso un periodico detox dai social. Investi il tempo così recuperato in attività che nutrono la tua anima e la tua creatività: vai al cinema, ad una mostra, fai la turista nella tua città, passa quanto più tempo possibile immersa nella natura.

 

4. Prendi l’abitudine a parlarti con amore.

Riscopri la tenerezza verso te stessa. Mettiti in piedi davanti ad uno specchio e osservati. Trova la cosa di te che ti piace di più ed esercitati a dirtelo ad alta voce. Mettilo nero su bianco. Amarti è anche essere sincera, leale a te stessa. Scegli cose significative e vere, elencale scegliendo le cinque che ami sopra ogni altra cosa. E leggitele, ad alta voce, quanto più spesso possibile. E’ un balsamo e, al tempo stesso, un booster pazzesco.

 

 

Poco alla volta questi modi di nutrire ed esprimere l’amore per te stessa diventeranno abitudini consolidate.

C’è un ultimo suggerimento che voglio condividere con te perché se già non lo fai è rivoluzionario e cambierà completamente il tuo modo di guardare alla tua vita.

 

1. Fai qualcosa di buono per qualcun altro.

Ti impegni ad essere amorevole ? Sei gentile con gli altri? Aiuti, quando puoi? Sei generosa? Dedichi del tempo alle persone che hai attorno? Ti impegni a compiere gesti gentili col solo scopo di provare a fare felice qualcuno?

 

Se c’è qualcosa che con assoluta certezza ho imparato sulla felicità e la soddisfazione è che ha moltissimo a che vedere con la condivisione e, come dico spesso, con l’esprimere il tuo senso di gratitudine: quindi fermati e chiediti a chi puoi essere utile e in che modo puoi fare la tua parte per rendere questo mondo un posto migliore.

 

Poi vai, restituisci e condividi.