un rossetto rosso può cambiarti la vita paola-nosari coach per donne in rinascita

Recentemente abbiamo parlato di obiettivi, di come raggiungerli e ti ho anche consigliato un file da usare tutti i giorni per essere certa di arrivare alla fine dell’anno felice di tutto quello che hai realizzato.

Non ci siamo ancora soffermate su quanto la tua autostima giochi un ruolo fondamentale in tutto questo.

 

Hai presente, quelle giornate sconclusionate in cui ti senti a terra e ti sembra di non concludere nulla e vorresti restare con la testa sotto al cuscino? Succede.

Compiangersi ed autocommiserarsi (e magari anche attaccare una pezza infinita alla tua amica del cuore) può essere utile a buttar fuori tutti i pensieri che ti inquinano la testa e le giornate, ma una volta che ti sei sfogata occorre reagire e passare all’azione.

 

Ed è qui che entra in gioco l’autostima.

 

Se stai vivendo un momento difficile, di dolore e confusione, è molto probabile che la tua autostima subisca un brutto colpo. E’ un circolo vizioso, e l’iscrizione è gratuita. Non c’è selezione.

Perciò se stai passando un periodo complicato è probabile che avrai la tendenza a trascurare te e i tuoi impegni e quando lo fai ti vedi e ti senti meno capace e ti giudichi più severamente (con buona pace dei tuoi obiettivi che da lontano ti fanno ciao ciao con la manina).

E’ un gioco al massacro, in cui sono caduta anch’io quando anni fa mi sono separata ed ero sola, con due bambini piccoli e pure senza lavoro visto che avevo appena venduto il ristorante che da generazioni gestiva la mia famiglia e non avevo ancora iniziato a lavorare in azienda.

 

L’autostima ha molto a che vedere col fare la cosa giusta, che rispetti i tuoi valori, e farla per il giusto motivo, non per ego, sei d’accordo?

Io dovevo prendermi cura dei miei bambini. Con amore e responsabilità. Occupandomi di loro, che all’epoca avevano pochissimi anni, sotto ogni aspetto (dalla cura quotidiana, al denaro necessario a far fronte ad ogni loro bisogno)

Sono fiera di me, perché negli anni, da sola, sono riuscita a stare al loro fianco, crescerli, farli studiare e viaggiare e oggi sono due giovani adolescenti curiosi del mondo, capaci di compassione, forti, amorevoli (e anche un sacco di altre cose, son pur sempre adolescenti…)

 

All’epoca però mi sentivo schiacciata dalle responsabilità e spaventata da quello che avrei dovuto affrontare.

 

Ne sono uscita prendendo con me stessa l’impegno a volermi bene.

Da allora, per me, il simbolo di quella rinascita è il mio rossetto. Quando ho un incontro importante, una sfida particolare da affrontare o semplicemente voglio sentirmi al meglio so di poter contare sul magico potere del mio rossetto, perché mi ricorda di volermi bene, che da lì nasce la mia forza.

Ecco allora tre cose che puoi fare per sentirti subito meglio quando stai passando un momento difficile e hai bisogno di ricentrarti e far pace con la tua autostima.

Fai un elenco dei tuoi cinque valori mai più senza:

Cosa sei disposta a tollerare? Cosa invece mai e poi mai? Qual è il tuo valore più importante?

Definire con chiarezza il tuo sistema valoriale è importante per sapere chi sei e chi vuoi diventare.

E comunicarlo al mondo.

In questo modo quando si tratterà di prendere delle decisioni avrai definito una bussola e difficilmente sbaglierai strada.

Decluttera armadio e beauty case:

Una volta eliminati senza pietà vecchiume e residuati bellici, gioca un po’ davanti allo specchio.

Scopri come ti piaci, quali sono i trucchi e gli abiti che ami indossare e con i quali ti senti al tuo meglio e poi usali il più possibile inventando outfit e nuovi abbinamenti.

Prenderti cura di te sarà la tua arma vincente contro la disistima.

Impegnati a fare qualcosa per gli altri:

Le peggiori crisi di bassa autostima vengono ingigantite dalla nostra tendenza a “pensarci addosso” restando a guardarci l’ombelico.

Occupati degli altri, interessati con amore a quel che sta capitando nelle vite delle persone che hai vicine, che siano amici o parenti, esci, trova un’associazione e fai volontariato.

Scoprirai che prendersi cura degli altri è spesso una medicina che salva la vita a noi stessi.

Related Post

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *